Sostegno d‘acciaio per un vecchio noce (Juglans regia) il 12.12.2018

Non meraviglia affatto, che la nostra cliente sia così affezzionata a questo vecchio noce (Juglans regia): l’albero con le sue grosse e sporgenti branche ha una forma proprio particolare. Qualche decina di anni fa, a seguito di una bufera, l’albero si è inclinato e la sua zolla sollevata. Il nostro esperto di alberi ha constatato sul posto un marciume e delle fenditure nella zona della base del tronco.

Senza prendere misure, l’albero avrebbe dovuto essere abbattuto per questioni di sicurezza. La nostra cliente però voleva salvaguardarlo. I nostri esperti di alberi hanno quindi calcolato la pressione statica e hanno definito, come avrebbero dovuto essere i sostegni d’acciaio e le fondamenta di cemento armato, per fare in modo di assicurare la pianta. Lo scopo è quello di diminuire le forze che agiscono sul tronco, riducendo quindi al minimo il rischio di rottura dello stesso.

Foto: con l’aiuto di un carrucola, il supporto d’acciaio viene messo nella posizione giusta e fissato dallo specialista.

La nostra cliente ha potuto ricevere tutto insieme: dal primo check di sicurezza sul posto, ai calcoli necessari, fino alla direzione dei lavori per l’esecuzione del sostegno in acciaio. Grazie alla nostra soluzione innovativa, può godere ancora a lungo della presenza del suo albero in giardino.

Qui potete contattarci direttamente.

Foto: Albero di noce con il supporto in acciaio. A sinistra nella fotografia è possibile vedere il vecchio sostegno in legno sottodimensionato.


Meeting strategico “digitalizzazione” del 24.9.2018

Il futuro non è un caso. Sotto la guida di due moderatori, il team ha discusso e analizzato l’attuale modello aziendale, approfondendo in special modo il tema delle tecnologie digitalizzate e costruendo possibili scenari futuri del modello aziendale.

Matthias Brunner spiega i suoi compiti. Sullo sfondo è appeso uno scenario del futuro modello aziendale.


Giornata fitosanitaria a Wädenswil, 23.8.2018

L’alta scuola zurighese per la scienza applicata di Wädenswil e JardinSuisse hanno invitato giardinieri, architetti paesaggisti, vivaisti e rappresentanti dell’ente pubblico per aggiornarli riguardo le recenti problematiche legate a malattie e fitofagi delle piante in piena terra.

Matthias Nussbaumer, ingeniere forestale FH e Nancy Bolze MSc in biologia, come referenti della Matthias Brunner AG, hanno parlato di ‚TreeCare‘ – La moderna protezione fitosanitaria per gli alberi e dell’attuale malattia del pino silvestre.


Piantagione di un prugno con il vincitore del premio Peter Heer, Zurigo

Il fortunato vincitore, che è stato estratto tramite il sondaggio 2017 dei nostri clienti, ha ricevuto un allbero da frutto e ha voluto metterci del suo durante la messa a dimora della pianta: annaffia nel suo frutteto il giovane arrivato con la scala in legno di sua nonna.

Foto: pianta alto e annaffia dall’alto – vivat, crescat ,floreat!


TeamRun alla maratona di Zurigo 2018

Il nostro team ‘I 4 arbonauti’ ha tagliato il traguardo con 3:18:40.4, percorrendo con successo tutto il tragitto. Congratulazioni!

Foto: Matthias Brunner, Sophie Brunner*, Nancy Bolze e Matthias Nussbaumer (da sinistra a destra)
(*rimpiazzando Simone Blickenstorfer).


Gli esperti degli alberi si allenano in altitudine: sul Nadelhorn (4327 m.s.l.m.)

Sopra: l’11 e il 12 luglio 2017 i 3 esperti di alberi hanno superato con successo l’abituale esame annuale di altitudine. Matthias Brunner e Matthias Nussbaumer in cima alla cresta, sotto il giogo del vento. Sullo sfondo il ghiacciaio di Hobalm, grande 2 km2.

In mezzo: la vetta è stata raggiunta! Da sinistra a destra: aspirante guida alpina Christian Furger, Sir Vela, Sven Jordan, Matthias Brunner, Matthias Nussbaumer (Foto: Daniel Schmid, guida alpina).

Sotto: il Cervino da una prospettiva inconsueta.

Tourenschmiede


“Gute Luise” viaggia attraverso il Gottardo fino in Ticino

Maia e Willy Winteler di Sementina si sono aggiudicati l’albero da frutta in palio durante il sondaggio dei nostri clienti nel 2016. L’11 aprile 2017 l’albero è stato messo a dimora a regola d’arte in Ticino e annaffiato con cura. Speriamo che cresca rigogliosa la Gute Luise e che dia presto le sue prime pere.


“Frena con forza – sterza delicatamente”. Il corso di guida TCS per i nostri esperti di alberi del 6.4.2017

Dato che gli alberi non vengono ancora a chiedere consulenza da noi a Zurigo, siamo noi che dobbiamo recarci da loro. Ci esercitiamo quindi regolarmente per poter viaggiare sicuri.

Foto: Matthias Nussbaumer schiva una fontana d’acqua.

 

 

Bisogna mantenersi freschi per poter reagire infretta.

 

 

 

 

Foto: A 100 km/h su una superficie ricoperta d’acqua.